30 novembre 2016

Olio di cumino nero o Nigella sativa: infinite proprietà nutrizionali e medicinali



L'olio di cumino nero o olio di Nigella sativa è molto apprezzato in Oriente e molto utilizzato in cucina, infatti il suo sapore deciso e particolare lo rende ideale per aromatizzare e insaporire le pietanze. Inoltre è usato in Medicina Ayurvedica.

In ogni modo quest'olio è un vero e proprio medicinale ed ha innumerevoli utilità per il nostro organismo, in realtà quest'olio riesce a proteggere praticamente tutti i sistemi del corpo e a combattere tantissime malattie molto diverse tra loro, inoltre molti studi dimostrano che l'olio di cumino nero ha importanti proprietà contro il cancro.

Purtroppo il prezzo non è proprio basso, circa 14,00 euro per 100 ml e non si trova facilmente tanto che l'ho acquistato in una farmacia ben fornita, comunque on line si trova. Se fatte un viaggio in Oriente cioè India, Egito, Tunisia ecc probabilmente troverete questo prodotto ad un prezzo più basso.

Composizione:

omega 3, 6, 9
flavonoidi
betacarotene
vit. A, E, D
minerali: ferro, zinco, rame, fosforo
acido petroselinico
enzimi e saponine
timochinone

Benefici:

Attività del cervello e sistema nervoso
Apparato digerente
Combatte la fermentazione
Disintossicante
Espettorante
Sistema cardiovascolare
Equilibrio ormonale e lipidico
potente antiinfiammatorio
potente antiossidante
muscoli
organi sessuali
combatte il raffreddore
aiuta a combattere l'infertilità
combatte le disfunzioni sessuali
stimolante sessuale se usato frequentemente
beneficia reni e fegato
migliora pelle e capelli
cicatrizzante, rigenerante
antivirale
antiallergico
antibatterico
riduce il colesterolo
combatte le malattie cardiovascolari
combatte la fatica
combatte la diarrea 
combatte la gastrite e ulcera
rende forte le arterie, combatte le vene varicose e trombosi
combatte l'arteriosclerosi
combatte l'ipertensione
combatte la cistite, pancreatite, calcoli, e cirrosi 
evita la comparsa di emorroidi o cura quelle esistenti (uso interno e esterno)
analgesico
 
Sulla pelle è antimicotico, antiinvecchiamento, antiallergico, combatte acne, dermatite, orticaria, psoriasi, herpes e dona elasticità alla pelle. Un bel massaggio con un po' d'olio rende la pelle liscia e giovane. Combatte la cellulite

Sui capelli li rende più forti e resistenti, combatte la perdita ed stimola la crescita. Un bel massaggio usando l'olio sui capelli umidi, oppure un impacco con olio e maschera per i capelli lasciato per alcuni minuti fa bella la chioma. 

Quest'olio avrebbe importanti proprietà antitumorali perché stimolano il buon funzionamento del sistema immunitario e stimola l'azione dei linfociti T , inoltre combatte essendo un potente antiinfiammatorio aiuta a combattere appunto le infiammazioni derivate dal cancro. In ogni modo l'olio di cumino nero è molto indicato nella prevenzione del cancro e infiammazioni al cervello. 

L'olio sarebbe indicato per il buon funzionamento del midollo osseo, e sarebbe indicato per chi soffre di leucemia 

Alcuni studi che riguardano l'olio di Cumino Nero

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3436209/
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12724920
http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S2352241015000286


Olio di Cumino Nero , Essenthya Ordina sul Giardino dei Libri

Tutte queste informazioni non hanno nessun valore medico, se avete dubbi riguardo questo prodotto chiedete informazioni al vostro medico.
Segue

28 novembre 2016

La nuova newsletter Vivere Verde da scaricare.



Finalmente è uscita la nuova Newsletter del blog vivere verde con alcuni consigli per le pulizie, alimentazione e bellezza.

Per scaricarla dovete cliccare sull'immagine posizionata qui sotto


https://drive.google.com/file/d/0B6dPPRtj_o8qSG9RQ2ptTnhncU0/view?usp=sharing


Oppure andate sull'opzione "stampare" del nostro Menu.
Segue

Seguici su twitter per ricevere i nostri mini post esclusivi


Da oggi seguici anche su Twitter, ci saranno i nuovi mini post esclusivi solo i nostri followers della piattaforma dell'uccellino.

Per unitervi a noi è semplice, basta cercare:

Vivere Verde
@Blogvivereverde

Segue

Lucidare a specchio l'acciaio e il metallo con pochi ingredienti


Questo è un post "remember" cioè un testo che serve per ricordare un consiglio già dato in passato ma che magari non ve lo ricordate più:

Se avete un oggetto, elettrodomestico, porte, cancelli ecc in acciaio inox o metallo lucido e volete renderlo lucido seguite questo passo passo:

1) Spolverare l'oggetto
2) Strofinare la superficie con olio (uno qualunque, anche quello per la frittura va bene)
3) Lasciare agire per alcuni minuti e quindi sgrassare con una miscela di acqua, aceto (bianco o rosso) e poco detersivo per piatti biologico o ecologico (per 1 litro d'acqua: 1 bicchierino da caffè di aceto e 1 cucchiaio scarso di detersivo)*
4) Asciugare con panno asciutto, se rimangono aloni bagnarli con quantità uguali di acqua e aceto e quindi asciugare.

*Un'alternativa al detersivo per piatti del punto 3 sarebbe sgrassare con una crema di bicarbonato o acqua e soda solvay e quindi strofinare con aceto, risciacquare e asciugare, però facendo le prove l'acciaio risulta più lucido se viene usato il detersivo.

Tutto questo metodo è solo un modo per rendere l'acciaio e il metallo molto lucidi, se non avete questo scopo ma volete soltanto che l'acciaio risulti pulito e lucido potete usare uno dei nostri detersivi fai da te a base di aceto o limone oppure bicarbonato e asciugare bene.
In alternativa nel caso la superficie sia pulita,  potete fare una pulizia finale con acqua e aceto in parti uguali e asciugare, o con solo aceto puro quindi risciacquare e asciugare.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------


How to polish steel and metal effectively

If you have an object, household appliance, doors, gates etc, in stainless steel or polished metal, and want to make it shiny, follow this step by step:

1) Dusting the object
2) Rub the surface with oil (any type of oil, even oil to fry)
3) Leave for a few minutes and then, degrease with a mixture of water, vinegar (white or red) and eco-friendly dishwasher detergent (for 1 liter of water: 2 once of vinegar and 1 tablespoon of detergent) *
4) Dry with a dishcloth o kitchen rag , if there are halos you can polish spraying with a mix of equal amounts of water and vinegar and then dry. * An alternative to the detergent (point 3),  you can degrease with backing soda and water (cream), and then wipe with vinegar, rinse and dry. However the detergent is more effective.
Segue

26 novembre 2016

Costruire casette per randagi con materiali di riciclo.


Purtroppo la piaga dell'abbandono degli animali non è un problema (vergogna) presente soltanto in Italia, ma trattasi di una crudeltà presente in diversi paesi e continenti. Spesso quando il randagismo è tanto i volontari sono costretti a curare gli animali per strada visto che a volte i rifugi sono pieni e non si trovano stalli.

In Brasile molti volontari hanno trovato alcune soluzioni creative per offrire un confort in più per gli animali che vivono per strada, o per quelli che vivono nei rifugi finché non riescono a trovarli una sistemazione definitiva.

Le idee sono molto interessanti e quindi ho deciso di condividerle e chissà se saranno utili per i volontari che attuano in Italia, oppure per gli appassionati del fai da te che vorrebbero magari aiutare i 4 zampe senza casa.

Ecco alcune idee:


USPA ONLUS         
USPA ONLUS, Lages, 
Santa Catarina, Brasile
queste casette vengono fatte e distribuite in diverse città del Brasile. L'importante è che vengono usate due bacinelle uguali per essere poi unite. La porta di ingresso va scartavetrata per non ferire gli animali e sul pavimento va messo un pile o tappetino






passo passo da
cachorros fofos



Casa di bottiglie pet
Questo progetto è stato creato da alcuni studenti della Scuola Statale Professoressa Judith Sant'Ana Diegues, in città di Ilha Comprida, San Paolo del Brasile.
un tubo.

Hanno usato alcune bottiglie per creare i tubi, in pezzo di cartone, 1 pallet per il fondo e 1 pezzo di legno per il pavimento. E stato usato lo spago per tenere uniti i tubi previamente scartavetrati, in modo che la colla avesse il tempo di fare presa. Gli spazzi sono stati riempiti con la schiuma poliuretanica. Poi tutto è stato scartavetrato e dipinto.





Queste invece sono case fatte con serbatoi d'acqua

APANVI

AMIGOS BICHOS


















Queste sono case fatte in cartone da volontari di alcune periferie della città di Brasilia, Brasile

Dice: qui dorme un cane di strada, per favore rispettare questo spazio






A Lages Santa Catarina, Brasile queste casette sono state messe in diversi punti della città, i volontari della ONLUS ALPALAGES ha contributo alla creazione e distribuzione, oltre a provvedere alla cura di questi animale e adozione

casette per randagi










 Alcune Associazioni come il Rifugio Joao Rosa a Rio de Janeiro, Brasile chiedono la donazione delle buste di latte o succo per fare le casette per i randagi o cani del rifugio
Loro usano anche le bottiglie pet per fare i tetti di alcune casette.

passo passo 1
passo passo 2



Ricordiamo che questi progetti sono stati pensati per i cani randagi che spesso vivono sui marciapiedi, cemento o asfalto soffrendo il caldo o il freddo. Come i volontari non hanno soldi per acquistare casette apposite hanno bisogno di ricorrere alla creatività, ovviamente per il cane di casa si può sceglie soluzioni più tradizionali e soprattutto comode.
Segue

24 novembre 2016

Scutellaria: una farmacia contenuta un'unica pianta



La Scutellaria (Scutellaria Barbata) è una pianta molto utilizzata nella Medicina Orientale, era utilizzata per combattere le malattie e infezioni respiratorie, però con il tempo hanno scoperto che questa pianta è dotata di innumerevoli proprietà:
  • astringente
  • antiallergica, combatte le intolleranze (perché ricca di flavonoidi)
  • combatte il colesterolo
  • diuretica
  • combatte i disturbi gastrici
  • raffreddore
  • espettorante
  • combatte la febbre
  • tosse
  • catarro
  • tonificante
  • sinergia con le diete dimagranti
  • calmante
  • neuro protettivo
  • antidepressivo
  • combatte la depressione
  • combatte l'infezione batterica
  • antiinfiammatorio (simile ai FANS)
  • edema
  • emorragia
  • costipazione
  • potente antiossidante quindi combatte l'invecchiamento e le malattie provocate dai radicali liberi
  • combatte le rughe
  • pulisce la pelle
  • anticalvizia 
Come usare:

Preparare un infuso da bere oppure da applicare sulla pelle. Ad esempio in caso di raffreddore, sopratutto se con muco e tosse direi che una tisana a base di scutellaria (parti aeree) è molto indicato.

Sulla pelle  potete preparare un infuso concentrato e mischiare con una certa quantità di argilla o amido di riso, e applicare sulla pelle per fare una maschera, o semplicemente fare un massaggio con lo infuso e lasciare agire per un po'. Una garza medica o un un cataplasma di argilla imbevuti di infuso combattono edemi e infiammazioni sulla pelle.

Per la calvizia preparate un infuso forte e usatelo per massaggiare il cuoio capelluto, lasciare agire per almeno 5 minuti oppure di più. Meglio ancora se viene mischiato ad un infuso di ortica e/o rosmarino.

Secondo studi la scutellaria sarebbe una specie di "antitumorale" poiché combatterebbe il fenomeno dell'angiogenesi, cioè lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni a partire da altri già esistenti, una problema che si osserva nel cancro, per migrare il tumore crea nuovi vasi sanguigni per creare le metastasi. 

La scutellaria combatterebbe questo processo in modo mirato, cioè senza distruggere le cellule sane. In Cina sono impegnati a studiare questo beneficio per applicarlo nelle cure delle malattie antitumorali in sinergia con altri medicinali specifici.


Studio condotto dal "Department of Oncology, the Second Affiliated Hospital of Xi’an Jiaotong University"
Per leggere lo studio cliccate qui

Potete preparare l'infuso o acquistare l'integratore in capsule, è disponibile nelle parafarmacie, erboristerie e alcune farmacie

Contro indicazioni

Non assumere in gravidanza, allattamento evitare l'assunzione contemporanea di farmaci sedativi

Queste informazioni non hanno validità medica, per i dubbi cercate il vostro medico di famiglia. 

Segue

22 novembre 2016

Giustizia non è stata fatta, Spike un saluto con il cuore.


Sono ben due anni che parliamo di questo cagnetto, un povero animale bruciato vivo e bastonato da un imbecille che vive a Pozzuoli. Se volete leggere la sua storia cliccate QUI

La storia ha sconvolto a tutti e giustamente il caso è andato a finire nel Tribunale. Il caso è stato rimandato più volte e la settimana scorsa è uscita la sentenza: ASSOLTO!

Purtroppo credo che non si faccia la procedura di raccolta di prove sul corpo degli animali per arrivare al colpevole, e quindi c'era da fidarsi di un certo testimone che ha ritrattato, non si se perché sia stato minacciato (e lì colpevole il sistema che permette che un testimone venga minacciato per zittirlo), oppure è stato pagato e quindi sarebbe un vigliacco.

Comunque il sunto della storia è che questa creatura non ha avuto giustizia, e il messaggio passato è questo: se uno vi uccide o tortura il cane sapete che quello non andrà in galera e vi riderà in faccia....

Spike è stato ucciso due volte. Spike era diventato il cane di tutti!

Per te Spike dedico questa canzone, purtroppo il nostro mondo funziona cosi, una grossa quantità di merde ignoranti senza cervello che si sentono protette da un sistema ingiusto e obsoleto, a te il pensiero delle persone normali e che hanno ancora un po' di umanità. La dedico anche ad Angelo e altri tanti animaletti che purtroppo hanno conosciuto il lato peggiore degli umani, o meglio, degli inumani.

La dedico anche a voi che avete perso i vostri figli pelosi!! Sapiamo che il dolore è atroce...




E non servirà più a niente la felicità
Più a niente anche la fantasia
Mi accontenterò del tempo andato
Soffierà nel vento una lacrima che tornerà da te
Per dirti ciao, ciao
Mio piccolo ricordo in cui nascosi anni di Felicità, ciao e guardami affrontare questa vita come fossi ancora qui
Magari un giorno l'universo accoglierà la mia richiesta
E ci riporterà vicini
Tra l'aldilà e il mio nido di città c'è molta differenza
Anche se provo a non vederla
E giro il mondo e chiamerò il tuo nome per millenni
E ti rivelerai quando non lo vorrò più E non adesso qui su questo letto in cui tragico mi accorgo
Che il tuo odore sta svanendo lento
Soffierà nel vento una lacrima che tornerà da te
Per dirti ciao, ciao
Mio piccolo ricordo in cui nascosi anni di Felicità, ciao e guarda con orgoglio chi sostiene anche le guerre che non può
E senza pace dentro al petto
So che non posso fare tutto
Ma se tornassi farei tutto e basta
E guardo fisso quella porta
Perché se entrassi un'altra volta
Vorrebbe dire che anche io son morto
Ciao e tornerei da te per dirti
Ciao, ciao mio piccolo miracolo sceso dal cielo per amare me
Ciao e cadono i ricordi e cade tutto l'universo e tu stai lì
La vita come tu te la ricordi un giorno se ne andò con te
Segue

Preparare un concime insetticida organico usando le piante spontanee.


La consolida maggiore (Symphytum officinale), è una pianta spontanea molto comune nel Nord Italia, ed è molto utile coltivarla a casa o nei giardini perché da quest'erbacea è possibile ricavare un concime/insetticida ecologico per le altre piante da vaso o da giardino.

La consolida contiene fosforo, potassio, vitamine, sali minerali molto benefici per la salute delle piante, e ha anche alcaloidi e altre sostanze protettive contro insetti e altri parassiti.

Per preparare il concime bisogna mettere in una bottiglia o bottiglione di vetro trasparente 1 parte di pianta (foglie o foglie+fiori) e 3 parti di acqua. Lasciare a contatto con il sole da due a sette giorni.
Bagnare il terreno con l'acqua, se le piante sono sofferenti per l'attacco di parassiti allora spruzzare le parti aeree con il liquido in mattinata presto o i sera.

Se da voi il Sole non c'è allora potete preparare una tisana bollendo l'acqua e quindi inserendo le parti della pianta a fiamma spenta. Chiudere la pentola e lasciare macerare per almeno 12 ore.

Altri nomi: erba di San Lorenzo o borana selvatica

In alcuni periodi è possibile raccogliere questa pianta nelle zone di prato umido. Altrimenti su può piantarla, però coltivare questa piantina fuori dal suo ambiente naturale può essere un po' difficile poiché ama tanto il fresco e l'umido. Bisogna mantenere il terriccio umido ma non fradicio, durante l'autunno o inverno bisogna mettere il vaso esposto alla luce solare, d'estate invece bisogna metterla in un posto più all'ombra e fresco e annaffiare spesso. In giardino bisogna annaffiare spesso d'estate. 
La
Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/erboristeria/consolida.html
Segue

Macchia di ruggine sul marmo: come smacchiare e sbiancare



Due ingredienti molto semplici sia da trovare che da utilizzare, e soprattutto economici, possono essere di aiuto per smacchiare il marmo arrugginito.

Ricordiamo che il marmo è una pietra e quindi può avere tracce di ferro nella sua composizione e quindi appena viene bagnato può assumere un colore marroncino.

Per cercare di rimediare la situazione potete fare in questo modo

Strofinare la macchia con un pezzo di patata cruda, lasciare in posa per alcuni minuti, e quindi lavare con shampoo neutro ecologico o biologico e acqua e asciugare molto bene

Oppure

Strofinare con una fetta di cipolla (meglio se cipolla bianca), lasciare in posa per alcuni minuti, quindi lavare con shampoo neutro ecologico o biologico e acqua e asciugare molto bene
Segue

Smacchiare la parete bianca sporca di cibo o sostanze organiche.


Se la parete bianca o di qualunque altro colore chiaro, si è sporcata ad esempio di cibo o altre sostanze organiche potete ripristinarle in questo modo:

Occorrono:

bicarbonato
aceto bianco
acqua ossigenata 40 volumi oppure candeggina delicata

Preparare una crema fatta con bicarbonato e acqua, mettere su una spugna morbida e strofinare delicatamente la zona macchiata. Staccare le particelle attaccate alla parete
Spruzzare la zona trattata con aceto bianca e allo stesso tempo strofinare/risciacquare delicatamente con uno straccio umido. Staccare le particelle attaccate alla parete se rimaste
Se ci sono ingiallimenti allora tamponare con acqua ossigenata o candeggina delicata e lasciare asciugare.
Segue

10 novembre 2016

Non solo beta carotene! Zeaxantina, un pigmento fondamentale per la salute degli occhi.



La zeaxantina è un fitocromo sensibile alla luce blu, un carotenoide della classe delle xantofile e oltre a dare colore a diversi alimenti non solo vegetali, un'altra sua funzione fondamentale è la regolazione dell'apertura e chiusura degli stomi delle piante, cioè piccoli "finestrine" localizzate sulle foglie che consentono lo scambio gassoso fra interno e esterno delle piante, consente l'ingresso della CO2 e la fuoriuscita dell'ossigeno.

Ma tutto ciò cosa ha a che vedere con la nostra salute? Si sa che i pigmenti delle piante sono fondamentali per la buona funzionalità degli organismi e la zeaxantina in particolare è indicata per la salute degli occhi. Essendo un antiossidante presente nella zona centrale della retina, e che ha come funzione filtrare la luce blu ad alta energia e dannosa agli occhi, è fondamentale consumare alimenti ricchi di questo pigmento.

Quali sono gli alimenti ricchi di zeaxantina?

- mais
- mango
- peperoni rossi
- radicchio
- succo d'arancia
- vegetali verdi: spinaci, broccoli, piselli, crescione ecc

Consumare la zeaxantina aiuta a mantenere sani gli occhi, la visione e proteggerebbe gli occhi dalla cataratta e dal glaucoma.
Segue

02 novembre 2016

Giustizia per Spike, il cagnetto bruciato vivo a Pozzuoli: domani la sentenza (speriamo)



Domani si realizzerà l'ennesima udienza che riguarderà il caso di Spike, il povero cane bruciato vivo da un criminale a Pozzuoli-NA due anni fa.

Caso Spike

Il Processo è stato rimandato più volte dal Tribunale e speriamo che domani finalmente ci sia una sentenza di condanna contro il mostro che ha assassinato Spike.

Sarà possibile che ogni volta per chiedere giustizia per un animale ci sia bisogno di fare manifestazioni, siti, dibattiti ecc, tutto questo perché abbiamo sempre la paura chenon si farà giustizia se non si fa un gran rumore?

Questa situazione deve cambiare e anche le Leggi contro i reati di maltrattamento contro gli animali che ahimè sono al limite del ridicolo dal quanto sono blande!

Spike e tutti quanti noi persone civili aspettiamo che l'aguzzino venga condannato!

Seguite il caso Spike:

Evento per Spike
Segue

31 ottobre 2016

Happy Halloween, Enjoy!! Ricostruzione!


Oggi è un giorno speciale, celebriamo il Halloween

Che la zucca rappresenti l'abbondanza e che questa possa arricchire le vostre casa
Che la zucca spaventi i molesti morti e viventi (soprattutto i viventi)

Jack O Lantern

C’è una zucca alla finestra
Che mi guarda con aria mesta.
I suoi occhi son di fuoco
E mi fan tremare un poco.
Sulla bocca ha un ghigno strano
Lo osservo da lontano.
Sulla testa ha una parrucca
Più da mostro che da zucca.
 Il suo naso è un buco nero
Ho paura per davvero.
Questa zucca terrificante
Fa tremar ogni passante.
 Che davanti alla finestra
Passa il giorno della festa.
E al vederla tutti sanno Che è la notte dell’inganno.  Quando scheletri e vampiri
Sono tutti su di giri.
Quando streghe e fantasmini
Fan paura ai bambini.
É la zucca di Halloween
Festeggiamo per benin!

Autore sconosciuto, se si presenta scriverò il suo nome :))

Buon Samhain, una festa molto antica
Distruzione e Ricostruzioni, parole importanti in questo momento!
Auguriamo la ricostruzione!!

ENJOY!
Segue

25 ottobre 2016

La triste storia del cane Angelo: Il servizio realizzato da "Le Iene" a Sangineto



Oggi parliamo di Angelo, la povera creatura assassinata a Sangineto, un paesino calabrese. Molti conoscono già la storia di questo angioletto, in poche parole è stato impiccato e allo stesso tempo bastonato e ucciso da quattro criminali trogloditi. Insomma sono la personificazione dello schifo!

Noi persone civili aspettiamo con ansia il processo in Tribunale e che i quattro inutili vengano gettati in galera.

Però credo che a tutti quanti noi venga spontanea la domanda, ma perché l'avete fatto??? E per rispondere a questo dubbio quelli del programma Le Iene sono andati li a Sangineto per cercare di parlare con gli assassini e magari con qualcuno del luogo.

Direi che il risultato è stato scioccante!! Non solo perché i criminali si sono dimostrati (non è una sorpresa), vigliacchi e cagas***o, ma alcuni locali non solo li giustificavano ma erano anche abbastanza aggressivi. Non voglio raccontare tutto quanto perché credo che se non l'avete visto allora vale la pena che vediate il servizio, ma vi avverto che fa venire fuori una rabbia davvero primitiva, tanto che non ho voluto scriverlo subito questo post altrimenti uscivano solo parolacce.


Qualcuno ha fatto la domanda fatidica
fermo immagine: dal video realizzato dalle Iene

E questa è la risposta di una rarissima intelligenza

fermo immagine: dal video realizzato dalle Iene
Comunque il ragazzo con molto coraggio ha affrontato la realtà

fermo immagine: dal video realizzato dalle Iene
Mica è scappato, stava solo scivolando..... :)))

Comunque questo è solo un assaggino perché c'è mooooooolto di più che vi faà saltare dalla sedia.

Vabbè gente, io non è che ho molte parole per commentare questo obbrobrio, secondo me la parola giusta qui è: non classificabile, perché tutte le parolacce non basterebbero!!

Io chiedo solo giustizia per questo povero Angelo che nella sua vita ha avuto la sfortuna di nascere in quel luogo dove abitano quattro non classificabili appunto!!!

Complimenti alle Iene, davvero. Aspetto che altri programmi, TG, radio ecc possano parlare sia di Angelo che dei crescenti casi di maltrattamenti e reati contro gli animali raramente presi in considerazione dalle Autorità Amministrative.

Link per il video:

per vedere il servizio realizzato dalle Iene sul caso Angelo clicca qui

Seguite anche la pagina dedicata ad Angelo per gli aggiornamenti

L'URLO DI ANGELO




Segue

21 ottobre 2016

Consigli per gli acquisti: Detersivo multiuso Ecor, utile per pulire a fondo e per i detersivi fai da te

Molte volte nelle nostre ricette consiglio di aggiungere una goccia o qualcosa in più di un detersivo biologico o ecologico a vostra scelta.

Un prodotto che uso spesso sia per le ricette fai da te che come detersivo vero e proprio è questo: Detersivo multiuso all'olio essenziale di eucalipto ecor. Ha un profumino molto buono e fresco, è delicato, e pulisce bene. Durevole e adatto a tutte le stanze di casa.

Ho pagato circa 2,50 euro la ricarica in un supermercato Natura Sì

Mi piace usarlo assoluto per la pulizia della cuccia del cane, per lavare a fondo i vetri e specchi (risciacquare e asciugare), o per pulire le sedie in pelle sintetica.

Ecor non realizza testi su animali.


Segue

20 ottobre 2016

Tisana delle Fate per prevenire i malesseri stagionali, con un segreto magico!


Il cambio di stagione si avvicina e con questo i vari malesseri di stagione, per evitarli vi consiglio questa tisana molto semplice e gustosa:

4 foglie di menta fresca
1/4 di mela tagliata a cubetti
2 cucchiai di succo di limone
6 petali di rosa bianca

In un pentolino versate 500 ml d'acqua,  versare gli ingredienti e portare all'ebollizione
Spegnere il fuoco e lasciare in posa per 30 minuti/1 ora

Dove acquistare i petali: nelle aziende che coltivano rose con metodi biologici, cioè senza pesticidi o nei negozi specializzati nella fornitura di fiori commestibili. Non usare mai quelle in vendita dai fiorai perché hanno solo scopo decorativo.

Segreto Magico: Questo tè è conosciuto come Tisana delle Fate perché secondo la leggenda le donne di un tempo bevevano questa tisana quando volevano rimanere incinte, altrimenti se non volevano altri figli, lo consumavano per chiedere alle fate di proteggere i propri figli, famigliari e animali domestici. carina come storia vero?

Petali:

http://www.berardierbe.com/id2.html
http://www.aromaticus.it/index.php?pg=11
Segue

19 ottobre 2016

Consigli per gli acquisti: fagioli neri in barattolo Ecor



Un suggerimento dello chef Veganino:

Quando vogliamo preparare i fagioli neri di solito li ammolliamo per un bel po' e poi li cuciniamo in pentola normale o a pressione, questo perché di solito non li troviamo in baratolo.

Invece giorni fa ho trovato i fagioli neri e anche tanti altri legumi particolari in baratolo, e tutti provenienti dall'agricoltura biologica.



Nei negozi Natura Sì è possibile trovare i fagioli neri Ecor, sono molto gustosi e pratici, non hanno quel solito gusto di verdura in baratolo, anzi sanno proprio di fresco.





Potete mangiarli da soli conditi con olio, aceto e sale, o anche con altri ingredienti come ad esempio la verza cruda. 


Ho pagato circa 1,50 euro a baratolo







Segue

17 ottobre 2016

Come stirare i capi di colore scuro o molto scuro senza sbiadirli




Alcuni capi e soprattutto i pantaloni di colore molto scuro, possono scolorirsi quando vengono stirati, diventato a volte anche un po' sbiancanti.

Un modo per evitare questo brutto effetto è quello di stirarli al rovescio, però può capitare che quando vengono girati acquisiscano un aspetto "stirato di fretta".

Dunque un modo utile per stirarli per bene è quello di stirarli a vapore per bene al rovescio spruzzandoli ogni tanto con un po' di acqua, quindi girarli, appoggiare un panno non molto spesso sopra il capo e stirarci sopra usando solo il vapore.

Vedrete che in questo modo il pantalone verrà perfetto. Non dimenticate che l'eccesso di detersivi, additivi e ammorbidenti consumano e sbiadiscono i capi scuri. Usate sempre del detersivo liquido biologico o ecologico (a ridotto impatto ambientale) o sapone diluito, e un po' d' sale grosso durante il lavaggio, la temperatura ideale è di massimo 40 gradi.  Usate un po' di aceto di mele, o bianco di alcol o di vino al posto dell'ammorbidente non solo per ammorbidire ma anche per neutralizzare i residui di detersivo.

Se i capi vengono asciugati al sole girateli per non perdere colore.

Se invece il capo ha già un aspetto sbiadito/scolorito fattelo fare un ciclo di lavaggio a freddo con 1 bicchierino da caffè di aceto e mele o aceto bianco, oppure ammollo in acqua, sale grosso e aceto.



----------------------------------------------------------------------------------

Biopuro capi scuri , Fico e Mughetto Ordina sul Giardino dei Libri
Segue

12 ottobre 2016

Capelli arruffati dopo lo shampoo: acidificare per migliorare il prodotto



Ho notato che ogni volta che uso un prodotto più acidulo sui miei capelli questi risultano più disciplinati e morbidi, invece se è più sul basico o neutro diventavano un po' più opachi o ribelli.

A volte anche uno shampoo che abbia una grande quantità di ingredienti giusti: oli, estratti naturali, burro ecc se ha problemi con il PH, i capelli comunque non sono a posto dopo il lavaggio, soprattutto se sono capelli tendenti al secco o se sono ricci.

Per cercare di migliorare la qualità dello shampoo ho iniziato a fare in questo modo: aggiungere un po' di aceto di mele e olio essenziale di lavanda nello shampoo.

In realtà avevo già  preparato un bel po' di aceto di mele profumato alla lavanda, cioè aceto con alcune gocce di olio che tra l'altro aveva assorbito per bene il profumo dell'olio, in pratica uso questo preparato per pulire il cane, in pratica diluisco un cucchiaio di preparato in 1/4 di lavandino con acqua, immergo uno straccio, strizzo e lo uso per pulire le zampe e spesso anche il pelo del cagnetto.

Quindi ho deciso di rubare un pochino del suo aceto profumato, quindi ho messo 1 cucchiaino raso di aceto per 1 litro di shampoo e poi l'ho agitato molto bene. Dopo il normale lavaggio i capelli erano più brillanti e ordinati del solito. Questo shampoo è già molto buono perché contiene molte erbe, oli ecc, però lasciava i capelli un po' arruffati e per questo motivo non volevo "abbandonarlo", però con l'aggiunta dell'aceto l'aspetto finale della chioma è molto migliorata.

Sempre meglio non esagerare e mettere 1 litri di aceto, un cucchiaio per 1 litro di shampoo è più che sufficiente.

Non diluire con acqua!! Solo aceto e basta.

Se usate l'argilla o il sapone per lavarei capelli usare circa 3 cucchiai di aceto in 1 litro d'acqua

Quindi se il vostro shampoo non vi soddisfa provate ad acidificarlo un po', se proprio non va usatelo come detersivo per i panni, piatti o per il pavimento.


Segue

10 ottobre 2016

4 ricette veloci per cancellare le macchie di colore sui colorati


Togliete le macchie dai tessuti bianchi o chiari è "facile", possiamo usare gli sbiancanti per cancellare le macchie più resistenti, però se il tessuto è colorato dobbiamo pensare non solo alla macchia ma anche al colore del capo.

Ci sono alcuni ingredienti che possono darci una mano in questi casi:

Ricetta numero 1)

Per 1 litro dia acqua:

3 cucchiai di zucchero bianco
1 quadratino di sapone Alga di circa 5X5 o diversi quadratini piccolini
 Immergere il capo e lasciare bollire a fiamma dolce per  alcuni minuti
 Lavare in lavatrice a 40 gradi con detersivo o sapone previamente applicato sulla macchia

Ricetta numero 2)
 
Mettere il tessuto in ammollo in acqua bollente e per 1 litro dia acqua:

3 cucchiai di zucchero bianco
1 quadratino di sapone Alga di circa 5X5 o diversi quadratini piccolini


1 tazzina di caffè di alcol bianco o rosa o vino bianco
Immergere il capo e chiudere la pentola. Ammollo per almeno 1 ora
Lavare in lavatrice a 40 gradi con detersivo o sapone previamente applicato sulla macchia

Se la macchia resiste lasciare il capo in ammollo per 24 ore

Ricetta numero 3)

Strofinare la macchia con sapone alga fino a formare una patina spessa
Coprire con un tessuto (canovaccio, asciugamano vecchio, straccio ecc) o con della carta assorbente
Stirare.
In alcuni casi la macchia rimarrà sul tessuto che avete usato per coprire la macchia
Se necessario subito dopo potete mettere il tessuto in ammollo come in 1 o 2, oppure lavare in lavatrice.


Ricetta numero 4)

Strofinare la macchia con una cipolla bianca (il succo), limone, alcol bianco o rosa o vino bianco e sapone Alga, lasciare agire per 1 ora e lavare a 40 gradi in lavatrice con detersivo o sapone previamente applicato sulla macchia.

Questi metodi cercano di rispettare il colore dei tessuti, però come ben sapete ogni capo di abbigliamento ha un colore più o meno resistente ai lavaggi. 
Perché sapone Alga? Perché è un sapone di cocco e la particolarità di questo sapone è che riesce a cancellare le macchie più facilmente, però se non avete il sapone Alga o qualunque altro sapone di cocco, potete usare il classico sapone di marsiglia. 


Altri consigli simili

http://vivereverde.blogspot.it/2009/05/togliere-le-macchie-di-colore-dai.html
Segue

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML