CHI CERCA TROVA

24 aprile 2017

Poesia, la cagnetta che ha salvato i suoi figli cerca casa


Questa bellissima cagnetta di nome Poesia ha bisogno di una casa, l'Associazione AIDA&A di Roma sta dando una mano per cercare di trovare una casa comoda a questa povera creatura, quindi correte e andate a prenderla :)

Io ho adottato un cane che era sotto custodia di questa Associazione e sono molto soddisfatta.

Vi lascio l'annuncio fatto dalle volontarie:

POESIA e’ una mammina straordinaria ed è per questo che l’abbiamo voluta chiamare con un nome insolito, in quanto riteniamo che il suo sguardo, la sua dolcezza, il suo carattere, la sua saggezza, il suo immenso amore per i suoi 6 cuccioli possano essere racchiusi in una sola meravigliosa parola: Poesia. 

Non basterebbe un eccellente poeta per descrivere la paura e il terrore di questa coraggiosa cagnolina che ha fatto di tutto per proteggere i suoi piccoli dalle terribili intemperie della neve e del gelo che li avrebbe divorato. 

Li ha difesi con tutte le sue forze, con quelle poche e scarse energie che le rimanevano, con il suo corpo è riuscita a proteggerli evitando il peggio. Il ghiaccio era insopportabile ma lei non si è mai arresa ed è riuscita a salvarli tutti con il suo calore. 

Adesso la neve è passata, il peggio è superato ma Poesia è ancora rinchiusa in canile e non vogliamo assolutamente che trascorra il resto della loro vita in gabbia. 

Vi preghiamo di diffondere il suo appello affinché qualcuno possa innamorarsi del suo sguardo, del suo carattere e della sua bontà. 

Ha 2 anni, pesa soltanto 11 kg ed è sterilizzata e microchippata. 

Per informazioni tel. Sofia 327 2018759 Paola 340 4036345 Michela 347 7169048

Taglia medio piccola Razza SIMIL SEGUGIO Femmina Età (a,m) 2,0 

Segue

Ricetta Vegana: Couscous Scarola e Pomodoro

Veganino, cosa ci suggerisci oggi? Facciamo un bel piattino leggero e gustoso?

Certo, anche perché il nostro piccolo amico ama i piatti semplice da preparare e soprattutto vegani!

Quindi per il Menù di oggi prepareremo:

Couscous Scarola e Pomodoro


Ingredienti:

250 gr di couscous (circa)
1/4 di una scarola grande tagliata a pezzetti (meglio se con le mani o coltello di ceramica)
2 pomodori oblunghi rossi tagliato a fette verticali
Sale a giusto
Olio di sesamo*
Uvetta (opzionale)
1 piccola cipolla rossa a fette verticali


In un pentolino bollire la quantità di acqua necessaria per preparare il cuscus
Come prima cosa soffriggere la cipolla per alcuni minuti
Aggiungere il pomodoro e soffriggere a fiamma bassa
Aggiungere la scarola e girare per 2 o 3 minuti (dovrà un po' appassire)
Aggiungere 1 bicchiere d'acqua, sale e 1 cucchiaino di olio di sesamo
Lasciar cuocere a fiamma bassa
Quando il liquido si sarà ritirato aggiungere il cuscus, girare e quindi aggiungere l'acqua bollente che dovrà avanzare di due dita rispetto al contenuto della pentola
Lasciare riposare finché l'acqua venga completamente assorbita
A questo punto se volete aggiungete un po' di uvetta
A me piace lasciar riposare per almeno un'ora prima di mangiarlo, però anche quando servito caldo appena fatto è altrettanto buonissimo.

* Se non avete l'olio di sesamo potete usare quello di oliva, però l'olio di sesamo dona un sapore speciale al piatto.

Segue

17 aprile 2017

Smacchiatore all'alcol per cancellare le macchie sconosciute



Per cancellare le macchie più tenaci e soprattutto sconosciute dai tessuti, e in particolar modo dai capi bianchi potete preparare una soluzione a base di alcol:

Lasciare il capo in ammollo in acqua molto calda e per ogni litro d'acqua aggiungere:

1 bicchiere di alcol rosa oppure alcol bianco o vodka
2 cucchiai di bicarbonato di sodio
2 cucchiai di sapone di marsiglia o sapone Alga

Mettere il tessuto in ammollo per almeno 1 ora e quindi lavare a mano o in lavatrice.
Segue

Fettucce allo zafferano con funghi e asparagi

Oggi per Pasquetta Veganino è venuto da noi per conoscere altre ricette da portare al suo Pianeta, comunque non potrebbe andarsene via senza condividerla con noi :)



Ingredienti:

Pasta del tipo Fettucce
Una bustina di zafferano
Punte di asparago
Funghi champignon
Sale a gusto
Prezzemolo a gusto
1 spicchio d'aglio schiacciato
Olio EV di oliva


Preparazione:

Imbiondire l'aglio nell'olio
Aggiungere gli asparagi e i funghi tagliato a pezzetti
Soffriggere e aggiungere 2 bicchieri d'acqua
Abbassare la fiamma
Aggiungere il sale e il prezzemolo
A quasi fine cottura aggiungere la bustina di zafferano e mischiare
Versare la pasta e ripassare.


Segue

Santoreggia, un'erbetta mediterranea aromatica e curativa.


La Santoreggia (Satureja hortensis L.) è una pianta aromatica di origine asiatica benché molto diffusa nel Mediterraneo in terreni più aridi. Veniva usata già in epoca romana per dare sapore e profumo alle pietanze. Raggiunge circa 40 cm e le foglie misurano circa 2 cm.

Oltre all'ottimo profumo che sa un po' di  origano e po' di menta , la santoreggia ha delle importanti proprietà medicinali:

- problemi digestivi, flatulenza, diarrea (tisana o condimento)
- espettorante (tisana)
- afrodisiaco (condimento o tisana)
- impotenza e altri problemi sessuali maschile (tisana)
- l'olio essenziale di Santoreggia Montana (Satureja montana L.)è un antibatterico molto efficace anche contro E. coli
- antisettico per la bocca e gengive infiammate

Se non avete la possibilità di coltivare questa piantina potete acquistare le foglie essiccate che possono essere usate per condire o per fare una tisana. Ho acquistato una bustina di santoreggia marchio My Spices al Discount Tuodì ad un prezzo di 1,50 euro, comunque ho visto queste bustine anche in altre supermercati, se le vedete in giro prendetele perché sono di ottima qualità.

Consigli senza scopo medico scientiico

Segue

12 aprile 2017

Antipasto crudo con funghi profumati al limone e erba cipollina

Diciamo Ciao al nostro amico Veganino che come sapete fa parte del nostro blog, oggi lui ci suggerisce una ricetta crudista a base di funghi crudi.

Avete letto bene! I funghi crudi sono buonissimi e se ben conditi possono diventare un antipasto gustoso e leggero.



Ingredienti

Funghi chapignon grandi (quelli che di solito vengono usati per fare i funghi ripieni)
Erba cipolina
Succo concentrato di limone o succo di limone diluito (metà acqua e metà succo)
Sale
Pepe nero (opzionale)
Olio EV di oliva

Tagliate i funghi a fettine fine
Mischiare succo concentrato di limone e olio EVO (circa 2 parti di olio per 1 scarsa di succo)
Aggiungere il sale e il pepe
Mischiare e versare sui funghi
Mischiare i funghi delicatamente
Tagliare l'erba cipolina a pezzi non molto fini e aggiungere ai funghi
Lasciar riposare per almeno 30 minuti
Segue

Pepe bianco all'arancia fai da te


Vi piace utilizzare il pepe bianco? In realtà non tutti apprezzano questa spezie, però è possibile valorizzarla con l'aggiunta di una nota aggrumata.

Per farlo avete bisogno di:

1 arancia media matura
50 gr di pepe bianco
vasetto di vetro
ciotolina in ceramica o pirex

Versare una certa quantità di pepe in una ciotola in ceramica e una certa quantità di succo d'arancia
Mischiare
Aggiungere pepe e succo fino alla fine
La miscela non dovrà risultare né tanto asciutta e né troppo umida, alla fine dovrà avere l'aspetto di un condimento vero e proprio.


Aggiungere alcuni pezzettini molto fini di scorza d'arancia oppure grattugiatela

Versare nel vasetto e chiudere, conservare in frigo. Più passa il tempo e più il pepe assorbirà l'odore dell'arancia.

Potete provare a fare la stessa ricetta con altri ingredienti come ad esempio pepe bianco e aglio, pepe e cipolla, pepe e cannella ecc.

Segue

11 aprile 2017

Come aprire i barattoli più facilmente



Non è proprio una ricetta ecologica ma solo un consiglio abbastanza utile.

I barattoli con quei tappi impossibili da aprire anche se siete Hulk o Jean Grey possono essere aperti con l'aiutino di un attrezzo che di solito non manca nelle case in generale: il cavatappi!

Si mette la puntina sotto il barattolo e si fa un mezzo giro, di solito basta questo per allentare il tappo.
Segue

Idratazione al mango per disciplinare i capelli crespi ed elettrici


Quest'idratazione è indicata non solo per ammorbidire ed idratare i capelli ma anche per ridurre quell'elettricità antipatica che fa con che i fili si muovano verso l'alto o assumano una forma (o mancanza di forma) strana.

Avete bisogno di

1 mango maturo
Maschera per capelli (quella che preferite)
Zucchero bianco
Olio EV di oliva o olio di germe di grano

Tagliare il mango a cubetti e frullare
Filtrare il succo
Mischiare con maschera fino ad avere un composto cremoso
Aggiungere 1 cucchiaio di olio e 1 cucchiaio di zucchero per 1 mango

Passare sui capelli umidi, indossare una cuffia per la doccia e lasciare in posa per 30 minuti
Lavare normalmente

Segue

28 marzo 2017

Neutralizzare gli odori più sgradevoli dagli elettrodomestici deodorandoli di fresco


Per cancellare gli odori più sgradevoli dagli elettrodomestici come lavatrice, lavastoviglie, microonde, e forno avete bisogno di:

Olio essenziale di citronella
Succo di limone o bucce
Aceto di vino bianco o rosso

Per 1 bicchiere di aceto aggiungere 15 gocce di OE di citronella e il succo o buccia di mezzo limone

In lavatrice:

versare il contenuto nel cestello e avviare il ciclo a 50 gradi senza centrifuga, se volete fare invece una pulizia profonda scegliere la temperatura di 90 gradi.

In lavastoviglie

Riempire un bicchiere o ciotola con la miscela, posizionare e avviare il ciclo ad alta temperatura.

In microonde

Posizionare una ciotola piena di miscela e far funzionare a 600-800 Watt per 3 minuti

In forno

Posizionare una formina con la miscela e metterla in forno preriscaldato e acceso per 15 minuti. Spegnere e lasciare la formina in forno fino al completo raffreddamento.

In frigorifero:

Posizionare una ciotola con la miscela appena tiepida nel piano più inferiore del frigorifero. Lasciare per 24 ore.



Segue

Consigli per gli acquisti: Aceto di Alcol Brillaceto


Tempo fa abbiamo parlato dell'aceto di alcol e delle qualità di questo tipo di aceto per le pulizie domestiche. L'aceto di alcol, al contrario di quello di vino, ha un odore molto leggero, praticamente inesistente e quindi ideale per chi non ama molto l'odore del tradizionale aceto di vino.

Trattasi sempre di un ottimo anticalcare, brillantante, prodotto per il pavimento, bucato ecc, però quasi privo di odori, anzi come ammorbidente è ideale anche perché assorbe completamente l'odore delle erbe e oli essenziali visto che essendo privo di odore non copre o interferisce con il profumo degli oli essenziali.

Se volete approfondire l'argomento leggete questo post

Oggi vorrei parlarvi di questa marca di aceto che ho visto al Supermercato Auchan, trattasi dell'aceto di alcol BRILLACETO, come vedete è incolore ed essendo di alcol praticamente non ha odore. Quindi se a voi interessa usare l'aceto ma non sopportare molto l'odore questo è ideale per voi. Il costo è di 0,60 centesimi.



Ma per coprire odori molto sgradevoli va bene come l'altro? Tutti e due neutralizzano gli odori però dalla mia esperienza per coprire odori molto forti e sgradevoli è meglio usare l'aceto di vino perché il suo odori pungente copre qualunque altro odore fin da subito, quindi a casa è meglio averci sia uno che l'altro.

Per ricordare: ho trovato l'aceto di alcol anche:

Alcuni CONAD e Carrefour : Casaceto
TODIS: Aceto&Più

Segue

Jacket Potatoes con salsa al seitan come a casa mia.


Le Jacket Potetoes sono molto conosciute e fanno parte del menù dei pub e fast food inglesi, queste patate di solito viene servita con accompagnamenti a base di carne, però è possibile fare una variante completamente vegane molto gustose. Come sempre toccherà al nostro amico Chef Veganino spiegarci il passo passo.

Ingredienti

4 patate medie gialle (non vecchie)
250 gr di seitan naturale
1 latta di salsa rustica di pomodoro
olio EV oliva
1 cucchiaio di succo concentrato di limone
prezzemolo
rosmarino
1 spicchio d'aglio
1 scalogno o cipolla rossa
zucchero
noce moscata
pepe e sale a gusto

Preparazione

Accompagnamento:

Ammollare il sentan in acqua, rosmarino e aglio a pezzetti per almeno 1 ora
Tagliare lo scalogno o cipolla a strisce molto fine o cubetti
A fiamma dolce riscaldare l'olio e aggiungere lo scalogno o la cipolla
Dorare la lo scalogno
Aggiungere la salsa di pomodoro, e il prezzemolo
Aggiungere 1 o 2 bicchieri d'acqua
Aggiungere 1 pizzico di zucchero e 1 pizzico di noce moscata.
Quando il sugo sarà ben ritirato, riprenderlo aggiungendo 1 bicchiere d'acqua, aggiungere il sentan, sale e pepe a gusto e il succo di limone
Cuocere fino a restringere.
A quasi fine cottura schiacciare il seintan  che dovrebbe presentarsi molto morbido. Basterà usare una forchetta.

Patate:

Ci sono due modi per preparare le Jacket: quello più moderno e uno molto antico

Quello più moderno fa uso della carta argentata, si avvolge la patata che va cotta in forno normale o forno a legna, o anche nel caminetto per una ventina di minuti. Bucate la parte centrale della patata per capire se è cotta.

Quello più antico e che non viene usato da praticamente nessuno è quello di coprire le patate con argilla e metterle a cuocere. In alcuni parsi esiste l'argilla da usare in cucina, qui in Italia si può usare l'argilla verde ventilata, però usando l'argilla automaticamente non si usa la buccia poiché rimane attaccata all'argilla, però la patata acquisisce un gusto molto particolare, quasi minerale.



Ogni casa prepara le Jacket a modo proprio, molti tolgono le patate dal forno, e la incidono a croce per poi scavare la "polpa" centrale. Io semplicemente la taglio in due e per questo la ricetta viene chiamata come alla casa mia  (la carta argentata non va tolta fare quest'operazione).

Se si usa l'argilla questa va rotta e tolti i pezzettini. Se rimane qualche polverina di argilla attaccata alla patata non vi preoccupate che non vi farà male, anche perché l'argilla fa anche bene alla salute.

A questo punto va versato il sugo con il  seitan ed è fatta!

carta argentata


argilla




Segue

16 marzo 2017

Sgrassare e smacchiare le federe sporche di oli, crema e maschere per i capelli



Molte persone usano oli, crema e altri ingredienti molto spesso abbastanza grassi sui capelli, e prima di andare a dormire e dunque succede spesso di sporcare le federe e non riuscire a sgrassarle e smacchiarle a fondo con un normale lavaggio.

Alcuni  passo passo molto utili per trattare le federe grasse e macchiate sono i seguenti:

Metodo a più passaggi:

  • Bagnare la federa e strofinare con sapone di marsiglia o sapone Alga, soda solvay e sale fino da cucina
  • Lasciare in posa per 30 minuti o di più e risciacquare a mano o in lavatrice a freddo
  • Mettere la federa in ammollo in acqua bollente, sale grosso in abbondanza, soda solvay e alcune pezzi di sapone di marsiglia o sapone Alga. Se la federa è bianca aggiungere 1 cucchiaio di percarbonato di sodio o acqua ossigenata 40 volumi o candeggina delicata.
  • Chiudere la bacinella con panno o pellicola e lasciare in ammollo per 1 giornata
  • Lavare a mano o in lavatrice con un po' di aceto bianco o di mele
Se la macchia persiste strofinare il tessuto con sapone e acqua ossigenata 40 volume nel caso del bianchi o sapone e sale grosso nel caso dei colorati e lasciare in ammollo per 1 settimana.
Metodo Veloce in lavatrice:

Essendo veloce può non bastare però funziona in molti casi:
  • Inserire la federa in lavatrice e nella pallina de bucato aggiungere il vostro detersivo fai da te o il detersivo per il bucato biologico. Ricordo sempre che potete usare sia dell'acqua saponata preparata con sapone di marsiglia o sapone Alga (semplicemente saturando una spugna con acqua e sapone in abbondanza e quindi strizzandola), oppure della pasta di marsiglia.
  • Aggiungere anche :
Per i colorati: sale in abbondanza, bicarbonato e soda solvay. Lavaggio a 30 o 40 gradi
Per i bianchi: sale, percarbonato, bicarbonato e soda solvay. Lavaggio a 50 gradi

Usare aceto bianco o di mele al posto dell'ammorbidente.

Metodo dell'aceto:
  • Lasciare la federa in ammollo in acqua bollente, un bel po' aceto bianco (non di mele), sale grosso in abbondanza e succo di limone (1/2 per litro d'acqua).
  • Coprire la bacinella con panno o pellicola e lasciare in ammollo per 1 giornata
  • Lavare in lavatrice con detersivo fai da te o detersivo bio per il bucato e aggiungere:
Per i colorati: sale in abbondanza, bicarbonato e soda solvay. Lavaggio a 30 o 40 gradi
Per i bianchi: sale, percarbonato, bicarbonato e soda solvay. Lavaggio a 50 gradi

Metodo del Sapone:
  • Strofinare la federa con sapone di marsiglia e soda da bucato
  • Lasciare in posa per 1 giornata
  • Lavare in lavatrice:
Per i colorati: sale in abbondanza, bicarbonato e soda solvay. Lavaggio a 30 o 40 gradi
Per i bianchi: sale, percarbonato, bicarbonato e soda solvay. Lavaggio a 50 gradi




Segue

Ricetta del giorno: Carciofo Lisbona.

Ecco il nostro amico Veganino che tra l'altro ormai è diventato il nostro collaboratore, e oggi appunto lui ha deciso di condividere con noi la sua ricetta a base di carciofi.


CARCIOFO LISBONA

Questa ricetta è stata ispirata ad alcune preparazioni portoghese che prevedono l'uso di certe verdure a strati.

Ci sono due modi di procedere: lasciare le verdure di fondo (tutte tranne il carciofo), il più possibile nella loro forma originale, oppure farle molto morbide e volendo ridurle a una crema.

Ingredienti:

4 carciofi
3 spicchi d'aglio
3 scalogni
olio EV di oliva
6 pomodori di tipo oblungo con un rosso solo accennato
4 patate
200 gr di olive verdi dolci o nere
1 cucchiaio di prezzemolo
sale e pepe a gusto


PREPARAZIONE VELOCE: indicata se si vogliono le verdure morbidissime o a crema

Se volete una preparazione veloce dovete usare la pentola a pressione
Tagliare le patate e i pomodori a rondelle
Le olive se sono molto grandi vanno tagliate a metà
Tagliare lo scagliogno a fette verticali
Schiacciare l'aglio e metterlo in pentola con due dita di olio EV
Soffriggere e aggiungere i carciofi lavati e trattati con limone, vanno messo con la "testa" in giù e gambi in su.
Friggere per circa 5 minuti a fiamma media
Aggiungere 1 scalogno, aspettare alcuni minuto e aggiungere le patate, un po' di prezzemolo, metà della quantità di olive, sale e pepe
Aggiungere i pomodori, il prezzemolo, altro scalogno, olive sale e pepe
Lasciare andare la cottura per 5 minuti
Aggiungere 1/2 bicchiere d'acqua e fare andare la cottura per 5 minuti dopo il raggiungimento della pressione.

PREPARAZIONE LENTA: indicata se si vuole che le verdure restino integre

Come sopra con la differenza che si fa in pentola normale aggiungendo acqua finché non è tutto cotto, di solito dopo una ventina di minuti.

Potete usare la cipolla rossa al posto dello scalogno.




Segue

10 marzo 2017

Arturo abbandonato due volte! Ha smesso di mangiare. Adozione del cuore.


Ho visto l'annuncio di questo cucciolone e sinceramente mi ha spezzato il cuore.

Questo povera creatura è stata salvata dalla strada, vissuto in famiglia e poi riportato in Canile perchè (la famiglia non può occuparsi di lui) ok ok ok... non voglio giudicare!


ARTURO DISPERATO : DA UNA CASA AL BOX…AIUTIAMOLO!!

 Arturo è stato trovato cucciolo, non aveva ancora due mesi; all ’inizio è stato fortunato, raccolto dalla strada insieme ai fratelli è stato preso in carico da volontari che lo hanno accudito e amato.

Poi adottato da una famiglia, dove ha vissuto per oltre un anno; ma la sua famiglia non può più occuparsene e così per lui si aprirà la porta di un box, una realtà che lui non ha mai conosciuto.

Solo vedendo queste scene, si può capire cosa prova un essere senziente a passare dal calore di una casa ad un box di un canile.

 Il cane si dispera non capisce il perché di questa punizione, spesso all ’ inizio rifiuta persino il cibo , poi si rassegna e passa le giornate a fissare la porta , aspettare che la famiglia lo venga a riprendere.... ma la famiglia che lui ha amato non lo riprenderà.

 Per noi tutti i cani sono uguali e tutti si meritano una casa , ma per Arturo facciamo un appello speciale , evitiamogli questo dolore.
Vi saprà ricompensare con la sua eterna gratitudine…. è un cucciolone di meno di 18 mesi, taglia media 25 chili, sterilizzato vaccinato e microchippato.

Per info: 3272018759-3404036345-3477169048
Segue

Pasta inganna bambini.

Ecco il nostro amico Veganino, oggi lui non è venuto da noi per cucinare ma per imparare una ricetta che di solito faccio a casa mia soprattutto quando vengono i miei nipoti.

Diciamo che a volte è difficile far capire ai bambini che è importante mangiare i vegetali, che sono buoni e gustosi e che non esistono soltanto le patatine fritte, soprattutto quando i genitori sono i primi che non mangiano le verdure, oppure si fermano alla solita verdura ripassata con aglio e olio. Sappiamo che i bimbi si ispirano molto al comportamento dei genitori e se loro sono i primi a non avere una buona educazione alimentare diventa difficile far con che i bimbi si abituino a sapori diversi.

Quindi quando portano il bimbo abituato a mangiare le solite cose e quindi deve andare da zia per mangiare le verdurine (perché a casa non si va oltre alla verdura bollita), allora bisogna inventarsi qualcosa.

Diciamo che quasi tutti i bambini apprezzano la pasta con tonno e dunque ho cercato di crere una ricetta che si avvicinassi il più possibile alla classica pasta con tonno però utilizzando il seitan e più una miscela di erbe e condimenti per richiamare il gusto del piatto classico. Diciamo che il trucco ha funzionato e in realtà la mangiano volentieri anche gli adulti allergici alle verdure, e quindi la chiamo la pasta dell'inganno.

Oggi Veganino che ha già imparato la ricetta vi spiegherà come si fa, però con un appunto: lui spiegherà la ricetta fatta per i grandi e metterà un asterisco su quegli ingredienti non indicati per i bimbi e quindi eliminati.

Ingredienti:

250-300 gr seitan naturale
1 cucchiaio di salsa di soya
2 cucchiai circa di foglie fresche di origano
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio di succo di limone concentrato
2 fili di erba cipollina
1 cucchiaino di prezzemolo
1 cucchiaio scarso di olio di sesamo
1 cucchiaio di olio EV di oliva
1 barattolo di salsa di pomodoro con pomodorini
sale a gusto
pepe nero  a gusto o 1 peperoncino rosso piccolo*
Vino bianco*

Come prima cosa bisogna sminuzzare il seitan però facendo anche alcuni cubettini per dare l'aspetto del tonno
Versare l'olio EV di oliva in padella e rosolare l'spicchio d'aglio con 1 cucchiaio  schiacciato quindi scartare

A fiamma dolce:

Versare 1 cucchiaio di foglie di origano in padella e ripassare leggermente per rilasciare il sapone
Aggiungere il seitan e rosolare
Aggiungere il succo di limone concentrato e mischiare
Aggiungere le altre erbe tranne il cucchiaio di origano, il sale e il pepe
Aggiungere 1/4 di bicchiere di vino bianco e lasciar sfumare un po'
Aggiungere il pomodoro e la salsa di soya, girare, coprire completamente con acqua e cuocere a fiamma media.
Quando il sugo sarà quasi pronto, cioè abbastanza ridotto aggiungere l'olio di sesamo e le foglie fresche di origano, mischiare.
Lasciar riposare per 5 minuti, quindi versare la pasta e ripassare.


Segue

03 marzo 2017

Rallentare l'invecchiamento: Alimenti che stimolano la sintesi di collagene

Il collagene è quella sostanza che da sostegno alla pelle, al momento che inizia a deteriorarsi la pelle assume un aspetto sempre più invecchiato. La perdita del collagene è un processo naturale ma può essere rallentato se prendiamo cura della nostra alimentazione.

Gli alimenti ideali per stimolare la sintesi del collagene sono:

a) Alimenti ricchi di vitamina C: la vitamina C è una delle più importanti per la produzione di collagene, se non consumiamo abbastanza vitamina C la pelle tenderà a diventare sempre più segnata e flaccida. Quindi via agli agrumi, bacche di golgi, broccoli, fragole, frutti di bosco, ananas, avocado, asparagi, melanzana, barbabietola, cavoli, kiwi, mela, mango, pomodori ecc.

b) Alimenti ricchi di omega 3, 6 e 9: semi di lino, semi di chia, semi di canapa, noci, frutta secca, spinaci, zucca, cavolo fiore, riso integrale, mango, tofu, semi di sesamo, spirulina, semi di zucca

c) Tisane: tè verde, mirtillo, more, foglie di ulivo, tè bianco, ibisco.

Il fumo e l'alcol invece distruggono il collagene e accelerano l'invecchiamento della pelle, soprattutto dopo i 25 anni.

Non dimenticare di idratare l'organismo
Segue

01 marzo 2017

Primo lavaggio dei capi scuri o con diverse tonalità di colore.


Alcuni capi di abbigliamento rilasciano colore durante il primo e il secondo lavaggio e questo accade perché alcune volte il colorante viene applicato in eccesso o non aderisce bene al tessuto.

Per evitare che questo colorante vada a macchiare altri capi oppure macchiare le parti non colorate del vestiti (vestiti nero e bianco, nero e pastello, blu e bianco ecc), allora consiglio di fare il primo lavaggio in questo modo:

In lavatrice:

Mettere il capo nel cestello e in una pallina da bucato versare il detersivo liquido biologico o ecocompatibile che usate di solito, o un po' di sapone previamente sciolto in acqua + un misurino di sale grosso.
Avviare il lavaggio a freddo o al massimo a 30 gradi
Usare aceto bianco o aceto di mele non diluito al posto dell'ammorbidente

A mano

Sciogliere un po' di sapone in acqua fino a quando questa diventerà biancastra
Aggiungere 1 o 2 misurini di sale grosso.
Immergere il tessuto previamente bagnato in acqua fredda
Lasciare in ammollo per 15 minuti
Risciacquare leggermente con acqua fredda o leggermente tiepida, e mettere in ammollo in acqua e aceto (20 ml per litro d'acqua fredda)
Ammollo per 15 minuti
Risciacquare con acqua fredda o al massimo tiepida

Se il capo di abbigliamento è nero o blu scuro potete lavarlo con altri capi rigorosamente neri o blu molto scuro.
Segue

Tanaceto: repellente naturale contro diversi parassiti.


Il tanaceto (Tanacetum vulgare) è una pianta con rizoma strisciante e fusti eretti, robusti e angolosi, le foglie inferiori sono sessili, ogni foglia ha due file di lobi allungati e dentati.

Diffusissimo in quasi tutta Italia, tranne che in certi punti della Sardegna.

Forma capolini gialli intensi e ogni capolino è discoidale circondato da un anello di brattee ovali.

Sono piante molto comuni nei luoghi incolti e umidi e soprattutto su terreni calcarei.

In Francia veniva usata per dare sapore ad alcune pietanze.

La tisana è un potente vermifugo poiché contiene tujone però questo composto è tossico se usato in eccesso, le dosi consigliate sono di 2mg/200 ml di acqua e per un massimo di cinque giorni. Anche la salvia contiene questo composto e infatti le donne in gravidanza non devono consumare queste erbe aromatiche. Non è indicato per chi soffre di ulcera o gastrite.

Un modo molto interessante di usare questa pianta,  secondo me, è come antimicrobico e antiparassitario naturale.

Potete preparare un antiparassitario per le piante preparando una tisana concentrata di taraceto e quindi spruzzare sulle piante e terreno per debellare l'invasione di afidi, larve, ragnetti e altri. Inoltre la tisana o i fiori spezzettati sono un repellente contro i topi che non la mangiano ma scappano perché non amano il loro odore. Ottimo repellente anche contro blatte e mosche.

Un sacchettino fatto con fiori spezzettati e messo negli armadi, cassetti e librerie allontana le tarme, potete aggiungerci anche dei gessetti scolastici per contrastare l'umidità negli armadi. Va bene anche l'aggiunta di foglie e fiori di lavanda.

Potete preparare ottimi repellenti per la casa lasciando macerare un pugno di piante in 1 litro di alcol o aceto. Quando dovete pulire la casa aggiungete questo alcol o aceto al taraceto nell'acqua del secchio o usatelo puro per pulire le superfici. Più è lungo il tempo di macerazione e meglio è.

Articolo a scopo informativo e non ha valore medico, nutrizionale o medicinale




Segue

28 febbraio 2017

5 tisane efficaci per avere una pancia piatta


Pian piano le giornate si allungano e le persone pensano già a mettersi in forma per l'estate che verrà. Esistono alcune tisane che possono dare un aiutino per sgonfiare la pancia più velocemente.

Tè Verde

Accelera il metabolismo e possiede antiossidanti e minerali.
Bisogna usare le foglie essiccate e lasciare in posa per una quindicina di minuti. Sarebbe meglio non aggiungere zucchero ma se proprio volete aggiungere una nota dolce potete usare lo zucchero grezzo o la stevia

Tisana di Menta e Limone

Foglie fresche e un pezzettino di limone.

La menta migliora il processo digerente facendo con che l'organismo sia in grado di eliminare grassi e tossine più efficacemente.
Il limone ha un effetto termogenico adatto all'eliminazione del grasso in eccesso

 Tisana all'ibisco (karkadè)

Antiossidante, diuretico, brucia grassi in eccesso soprattutto sulla zona della pancia e fianchi
In questo caso potete usare le solite bustine da tè

Tisana allo zenzero e finocchio

Termogenico aiuta a bruciare grassi più facilmente, il finocchio aiuta a regolarizzare l'intestino.

Tisana alle foglie di ulivo

Termogenico aiuta a bruciare grassi più velocemente.

Le tisane non sostituiscono un'alimentazione sana e esercizi fisici ma potenzializza i loro benefici.




Segue

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML